#External, #VIRAL, Gallery

50 Sfumature di trash: i momenti più imbarazzanti visti nelle sale durante la proiezione dei film

Quel momento imbarazzante in cui trovi un cetriolo nel cinema dopo la proiezione di 50 Sfumature di Nero”. No, non è uno scherzo ma la testimonianza (corredata di foto) di un addetto alle pulizie nel cinema Hayden Orpheum di Sydney, in Australia.

E quello di Sydney non è l’unico ritrovamento ‘misterioso’ avvenuto in seguito alla proiezione del film. Ci sono infatti decine di foto che girano sui social network e altrettante storie incredibili che raccontano fatti ambigui e decisamente piccanti avvenuti nelle sale cinematografiche in cui sono stati proiettati i capitoli della celebre saga di E.L. James.

Ad esempio, alcuni spettatori si sono presentati vestiti completamente in latex, altri hanno chiesto se nel prezzo del biglietto erano compresi anche dei ‘sex toy’, giusto per restare in tema…E come non citare l’anziana che è stata allontanata dalla sala perché sorpresa a compiere atti di autoerotismo?

E ancora, in diversi cinema (italiani e non), lo staff ha trovato preservativi usati e set di maschere e manette abbandonati accanto alle poltrone.

Il fatto più assurdo, però, è quello di un gruppo di donne che hanno iniziato ad infastidire il pubblico in sala emettendo gemiti di piacere, dopo aver indossato i propri calzini come bende sugli occhi per emulare una delle scene del film.

A Glasgow un uomo è stato picchiato da tre donne perché aveva chiesto loro di fare silenzio. L’aggressione è stata così violenta che gli addetti alla sala hanno dovuto lavare via tracce di sangue dalle poltrone.

E per finire una giovane donna si è portata con sé un vibratore, mentre un’altra è stata scoperta mentre si stava divertendo con il pomello dell’ombrello.

 

Pagina 1 di 1

You Might Also Like